Quale sigaretta elettronica scegliere?
Guida sigaretta Elettronica: Quale sigaretta elettronica scegliere?

Guida alla sigaretta elettronica

Benessere

Che cos’è la sigaretta elettronica? Come Funziona la sigaretta elettronica? Quale il mercato e che sigarette elettroniche è meglio comprare? Ecco una breve guida alle sigarette elettroniche.

Che cos’è la sigaretta elettronica?

Sigarette Elettroniche con Flacone Liquido

Alcune tipologie di sigarette elettroniche ed e-liquids

La sigaretta elettronica è principalmente usata per smettere di fumare, si usa in sostituzione di quella vera. Produce vapore invece di fumo e a richiesta dell’utilizzatore può contenere diverse dosi di nicotina, fino alla completa assenza di essa.

Normalmente si comincia con una ricarica che ha un dosaggio di nicotina pari all’attuale consumo di sigarette, poi con il tempo si diminuisce gradualmente la dose fino a non aver più bisogno dell’assunzione di nicotina.

La sigaretta elettronica produce semplice vapore, quindi non è dannosa ne per se ne per chi ti sta vicino, infatti può aiutare il fumatore abituale a seguire le proprie abitudini. Questo perchè i luoghi dove si può fumare la sigaretta elettronica come durante i viaggi, le cene o in qualsiasi luogo pubblico di solito sono dove è rigorosamente vietato il fumo.

A oggi è considerato il sistema più efficace per smettere di fumare, in quanto la sigaretta elettronica simula in ogni aspetto quella vera.

 

Dove si può fumare la sigaretta elettronica ?

Se ti stai chiedendo dove si può fumare la sigaretta elettronica sarai ben lieto di sapere che si può praticamente fumare ovunque. Addirittura non ci dovrebbero essere controindicazioni in sala operatoria.

 

Come funziona la sigaretta elettronica?

Il fumo della sigaretta elettronica è generato grazie ad una resistenza elettrica che vaporizza un liquido apposito, i componenti principali sono tre: la batteria, il vaporizzatore e il liquido.

La batteria costituisce la parte più voluminosa della sigaretta e la sua durata infatti è proporzionale al volume occupato. All’interno della batteria c’è un circuito che ne regola il voltaggio e la potenza. La batteria manuale si attiva con un pulsante che va premuto durante il tiro, la batteria automatica invece si attiva da sola nell’istante che l’utente effettua la boccata.

Esistono diverse capacità e versioni di batteria, ad oggi i sistemi più usati sono “510″ e “ego” che hanno un attacco condiviso in una vasta serie di vaporizzatori e accessori.

Il vaporizzatore (comunemente chiamato “atomizzatore”) è l’elemento che contiene la resistenza elettrica e trasforma il liquido in vapore quando attiviamo la batteria.

Insieme all’atomizzatore c’è il serbatoio (detto “tank”) per la riserva di liquido. Esistono varie versioni di atomizzatore, la più comune di tutte è il “cartomizzatore” dove serbatoio e resistenza sono un’unico pezzo. La scelta fra atomizzatore, cartomizzatore e altre varianti è puramente soggettiva.

 

Liquido per Sigaretta Elettronica

e-liquid per sigaretta elettronica

Flaconcini Liquido per Sigaretta Elettronica

Il liquido per la sigaretta elettronica è composto da una miscela di glicole propilenico, glicerina vegetale e acqua. La miscela è assolutamente non cancerogena, infatti i suoi componenti sono utilizzati anche in ambito farmaceutico. Questa miscela è stata selezionata per la sua capacità di emettere un vapore corposo al pari di una vera sigaretta.

Il liquido viene venduto aromatizzato, a partire dal gusto di tabacco fino a moltissime varietà. E’ possibile acquistare il liquido privo di nicotina o con diverse gradazioni a scelta dell’utente o in base al suo consumo giornaliero di sigarette.

I liquidi tabaccosi hanno un sapore che ricorda le vere sigarette, ma è importante specificare che a oggi nessun liquido simula alla perfezione il gusto di una vera sigaretta.

Questo perchè la sigaretta produce il fumo dalla combustione della carta e del tabacco, invece quella elettronica produce vapore da una base che di per sè tende al dolciastro.

Il mercato delle sigarette elettroniche

Le sigarette elettroniche da acquistare sono vendute come ricaricabili o monouso. Delle sigarette elettroniche vendute In farmacia, possiamo facilmente recuperare i modelli “usa e getta”, che è buona per provare ma economicamente parlando non è una soluzione accettabile. Invece oggi ci sono molti negozi specializzati dove comprare la sigaretta elettronica, dove troviamo i modelli ricaricabili e riutilizzabili molte volte.

In questi negozi è anche possibile acquistare dei kit completi, ricambi, accessori e liquidi per la ricarica. Un kit completo e pronto all’uso è solitamente venduto fra i 30 e i 90 euro a seconda del modello e capacità, dove all’interno troveremo due sigarette complete, un caricabatterie e diversi “tank”.

Oltre al kit l’unica cosa da scegliere è il liquido in base all’aroma preferito e alla dose di nicotina voluta.

Un boccetta di liquido da 10ml costa circa 6 euro e dura circa due settimane (se usata quotidianamente al pari di un pacco di sigarette), invece l’atomizzatore va cambiato solo quando ha perso efficienza e se usato bene può durare anche un paio di mesi, il costo di un atomizzatore è di circa 4 euro.

Se un fumatore consuma un pacco di sigarette al giorno, dal costo medio di 5 euro, spende circa 150 euro al mese, con la sigaretta elettronica invece il costo mensile è di circa 15 euro mantenendo la stessa quantità di tiri.

Quale sigaretta elettronica comprare?

Il primo acquisto è abbastanza semplice se stai pensando per le sigarette elettroniche quale scegliere.

Bisogna prendere solo un kit e un liquido qualsiasi a medio contenuto di nicotina, poi con il tempo si capirà meglio su dove indirizzarsi e fare gli acquisti più specifici su quale sigaretta elettronica comprare.

L’unica cosa da sapere sui kit è che i modelli più sottili ed eleganti hanno una durata della batteria di poche ore, ad esempio il tipo “510″ che è di poco più grande di una vera sigaretta dura fino a tre ore invece il modello “EGO” ha una batteria più grande e può arrivare fino alle 8 ore di funzionamento.

Tuttavia in ogni kit ci sono due batterie e con queste si riesce in maniera discreta a coprire l’intera giornata. In commercio ci sono anche i “Big Battery” o “Mod” che appaiono visibilmente voluminosi ma sono in grado di durare più di un giorno senza bisogno di ricarica.

Sicuramente per chi è un buon fumatore la batteria per sigaretta elettronica quale scegliere sarà una soluzione dalla grande autonomia, che tra l’altro contribuiscono ad una ottimale vaporizzazione.

Ti sconsigliamo anche di acquistare una sigaretta elettronica usata perchè difficilmente risulterà un affare in quanto batteria ed atomizzatore sono talmente soggetti ad usura che è meglio comprare sigaretta elettronica assolutamente nuova.