Infedeltà Coniugali

Relazioni

Il tradimento del partner è una eventualità ormai molto frequente e accade con una certa regolarità. Rispetto al passato, i dati statistici mostrano come siano sempre più in aumento  i casi di infedeltà verso il coniuge.

Molti credono che le infedeltà coniugali colpiscano soprattutto l’individuo maschile, ma questo è un pregiudizio errato perché indifferentemente dal genere il tradimento non ha una corsia preferenziale e vede entrambi i componenti della coppia nello stesso modo e in parità quando si tratta di infedeltà coniugali, anche se secondo le ultimi indagini statistiche la donna avrebbe una percentuale più alta di tendenza al tradimento. Questo tuttavia è il risultato di uno studio di probabilità, perciò è sbagliato considerarlo come un dato determinante per la propria situazione privata.

Perchè lui

All’interno della coppia, le infedeltà coniugali che vedono come autore il partner maschile, trovano come causa scatenante l’età propria, la noia o l’età del partner.

Nel primo caso, accade quando si attraversa mediamente la mezz’età: il corpo comincia  a invecchiare, sono visibili i primi segni della vecchiaia, e con essi si sviluppa la paura che si stia perdendo la propria autorità e le proprie doti estetiche.

Per questo motivo, si ricerca nelle infedeltà coniugali  un diversivo che faccia sentire più giovani, che possa placare l’ego, per trovare nel tradimento una conferma della propria virilità e del proprio potere maschile.

Nel secondo caso, quando il rapporto ormai ha già raggiunto svariati anni, spesso dopo un lungo periodo di unione coniugale vincolata la matrimonio, ci si sente terribilmente incatenati, come se si avvertisse la morsa di rimanere sempre e comunque con la stessa persona.

Questa ansia si trasforma in tradimento e le infedeltà coniugali di questo tipo si ricercano per avere un diversivo, una via di fuga dalla stretta vita monogamica, fatta spesso di un lavoro stressante, dei figli di cui occuparsi, e una moglie che necessità di continue attenzioni.

Nel terzo caso, lo scenario è sempre quello di un matrimonio ormai collaudato e avviato da parecchi anni e l’età ha ormai iniziato a incidere su entrambi i partner. L’uomo, insoddisfatto sessualmente dalla propria donna che ormai non è più giovane, sceglie la via delle infedeltà coniugali andando in cerca di una ragazza più giovane e avvenente, a discapito del matrimonio e della sua posizione.

Perché lei

Quando invece l’artefice e responsabile delle infedeltà coniugali e la controparte femminile, ci sono come motivazioni la carenza di affetto/di attenzioni, l’insicurezza o un diversivo.

Se la donna tradisce, raramente lo fa per andare con un uomo più giovane, questo perché solitamente in un tradimento non ricerca la passione di una notte, anche se, ovviamente, ci sono le eccezioni. La ragione principale di queste infedeltà coniugali è la mancanza di quel supporto emotivo che vorrebbe e non trova nel suo partner abituale.

Nel primo caso, il sentirsi esclusa o semplicemente non considerata, non ricevere alcun affetto al di fuori di quello sessuale genera nella donna un bisogno di cure che la spinge ad accettare l’idea delle infedeltà coniugali e di appoggiarsi ad un altro uomo, il quale in un primo momento sembra meglio del proprio partner abituale e, in molti casi, convince la donna che lasciare il proprio marito sia la scelta giusta. In realtà purtroppo, avviene la triste consapevolezza che anche dopo le infedeltà coniugali, scegliendo quel nuovo compagno così  dolce e attento ai suoi bisogni,inesorabilmente ricostruisce lo stesso tipo di rapporto precedente, innescando un nuovo tradimento.

Nel secondo caso, in conseguenza della propria età o del proprio carattere, indipendentemente dagli anni che si hanno, la donna avverte una profonda insoddisfazione verso se stessa, il quale sfocia in infedeltà coniugali.

Che sia per la propria persona, sia esteticamente che non, avverte l’impulso di evadere, non si piace, sente il bisogno di seppellire questo risentimento verso se stessa, questo odio che cela verso il proprio io. Anziché parlarne con il marito/partner, sceglie la via del tradimento, reputando le infedeltà coniugali un modo più veloce e indolore di non pensare e liberarsi delle proprie ansie.

Oltre a queste ragioni,nel terzo caso,  le infedeltà coniugali che vedono la donna al centro del tradimento possono anche avvenire non solo per la trascuratezza e la distanza da parte del marito, ma anche per mancanza di stimoli.

Molte mogli che non trovano nulla di gratificante nella propria vita, anziché iniziare qualche hobby, appassionarsi a qualcosa di diverso, sfogano la propria mancanza di stimoli semplicemente variando il partner, ma solo come diversivo e nient’altro.